a
21 gennaio 2023

La lotta contro il cancro: perché la metafora della guerra potrebbe non essere appropriata

By admin

Il cancro è una malattia che colpisce milioni di persone in tutto il mondo e rappresenta una sfida enorme per chi ne è affetto, per i loro cari e per la comunità medica. La lotta contro il cancro è spesso descritta come una guerra, ma questa metafora potrebbe non essere del tutto appropriata.

In primo luogo, la lotta contro il cancro non è una battaglia campale condotta da eroi che combattono una guerra contro un nemico invincibile. Al contrario, è una sequenza di notti insonni, di paura e di sofferenza, dove la volontà del paziente è importante, ma non è l’arma determinante. La guerra contro il cancro è una guerra che si combatte contro un avversario invisibile e imprevedibile, che richiede la collaborazione di tutti i soggetti coinvolti.

In secondo luogo, la metafora della guerra potrebbe essere fuorviante perché implica che sia possibile vincere o perdere. Tuttavia, il cancro non è un gioco con regole ben definite, ma una malattia complessa e multiforme, dove ogni paziente ha bisogno di un trattamento personalizzato. In alcuni casi, il cancro può essere sconfitto, ma in altri può solo essere tenuto sotto controllo.

In terzo luogo, la metafora della guerra potrebbe essere stigmatizzante perché implica che chi non riesce a vincere la malattia abbia fallito. Tuttavia, il cancro è una malattia imprevedibile e impossibile da prevedere, che colpisce anche persone sane. Non ci si può aspettare che tutti i pazienti lottino con la stessa determinazione e che tutti abbiano gli stessi risultati.

In conclusione, la lotta contro il cancro è una sfida enorme che richiede la collaborazione di tutti i soggetti coinvolti. La metafora della guerra potrebbe non essere del tutto appropriata perché il cancro non è un nemico invincibile, ma una malattia complessa e multiforme, dove ogni paziente ha bisogno di un trattamento personalizzato. Invece di parlare di guerra contro il cancro, dovremmo parlare di collaborazione e solidarietà, perché solo lavorando insieme possiamo vincere questa sfida.